Ritaglio foto.jpg

"LA POESIA È MORTA, VIVA LA POESIA !

SE LA POESIA È FIUME E LA PROSA MARE, QUANDO  IL FIUME, ABBANDONANDO SPONDE E ALVEO SFOCIA IN MARE, PERDE LA PROPRIA IDENTITÀ DI FIUME.

COSÌ ANCHE LA POESIA NON È PIÙ POESIA PERCHÉ DIVENTA PROSA A TUTTI GLI EFFETTI."

CHIUNQUE TU SIA,

BENVENUTO IN CASA MIA.

 

Se vuoi saper chi sono,

come scrivo e cosa scrivo,

va alle opere, scegli,

siediti comodo, tappa

le orecchie, spalanca gli occhi,

la mente e il  cuore,

leggi e dimentica le ore.

… Il mormoricchio

 

È il mormorar maligno di chi è vecchio,

fatto fra le gengive da un bavoso

rincoglionito, sterile, invidioso

che non sa più che fare dello sticchio

avendo perso l’uso del suo coso

e innanzi ad un bicchiere di verdicchio

mastica livore ed amarezza

per aver perso, ohibò, la giovinezza.